Il Cerchio della Luna – Novembre 2021

Riprende il ciclo del Cerchio della Luna con la lunazione di novembre, detta “degli Antenati” nella tradizione neopagana europea per la sua strettissima relazione con la festività della Commemorazione dei Defunti, o Samhain/Samonios. Ci troviamo in un tempo di profonda trasformazione e introspezione, dove il silenzio dell’ambiente naturale pervade ogni cosa, e le giornate si fanno sempre più buie e fredde: anche se l’autunno può riservare ancora alcuni giorni di calore e ricchezza, l’inverno è ormai definitivamente vicino e già fa sentire il suo lento avanzare. È il tempo del Ricordo e della Memoria per coloro che ci hanno preceduti nel cammino della Vita, e dall’altra parte del Velo ci osservano, guidano e benedicono.

Luna Nuova 4 novembre – Promesse, Battaglie, Guarigioni

Primo Quarto 11 novembre – Integrazione delle Parti

Luna Piena 19 novembre – Stare con ciò che È


Luna Nuova 4 novembre – Promesse, Battaglie, Guarigioni

Quest’anno la luna nuova di novembre corrisponde con la festa di Samhain, letteralmente “Fine dell’Estate”, e capodanno per l’antico calendario celtico: in questo tempo di inizio e di fine, di chiusura e apertura del cerchio, la luna è nei suoi tre giorni oscuri, e Antares, la stella più luminosa della costellazione dello Scorpione, sorge in cielo in corrispondenza dell’alba, evento chiamato “levata eliaca”, che segna l’evento astronomico della festività (la tradizione la colloca nelle notti tra il 31 ottobre e il 2 novembre). È il tempo della chiusura e della riapertura, nella fase più oscura dell’anno che culminerà con la rinascita del Solstizio d’Inverno.
La Luna Nuova nel segno dello Scorpione, accompagnata da Marte nello stesso segno e da Urano nel segno opposto, il Toro, ci parlano di un momento di incubazione di energie potenti, turbolente e sotterranee, che troveranno il loro compimento tra qualche settimana, proprio con la Luna Piena nel segno del Toro. È un momento di battaglie e di sconvolgimenti, che porterà però nuove energie e realizzazioni.

Per questa particolarissima Luna Nuova, abbiamo deciso di proporvi una storia appartenente al Ciclo dell’Ulster, un ciclo di storie epiche del nord dell’Irlanda, che vedono i due eserciti dell’Ulster e del Connacht combattere aspramente per il possesso di un Toro leggendario, dalla potenza sessuale e di fertilità incomparabile (la Luna Piena!).
Protagonista indiscusso del Ciclo è l’Eroe e semidio Cu Chulainn, figlio del Dio Multiforme Lug e potentissimo guerriero: in occasione di una battaglia, egli incontra la Morrighan, dea della guerra, della morte, della profezia e della fertilità, e si scontra con lei in tre diverse occasioni, in un gioco di seduzione, violenza e guarigione.
Riconoscerete i tratti della Luna attuale, con il suo carattere spiccatamente oscuro e turbolento, e della sua promessa di rinnovamento e guarigione futuri.
Pubblichiamo la nostra versione, tradotta e rinarrata dalla versione inglese del Ciclo (traduzione di L.W. Faraday, 2002).

Le tre promesse
Alla vigilia di una battaglia per la presa di un guado nel fiume, Chuchulainn vide una giovane donna dalle forme eccellenti avvicinarsi, coperta da una veste multicolore. Le chiese chi fosse, e lei rispose di essere la figlia di re Buan, venuta a incontrarlo poiché si era innamorata di lui. Portava, oltre all’offerta di se stessa, i propri tesori e le proprie mandrie.
“Il tempo in cui arrivi a me non è il migliore”, rispose lui. L’esercito si trovava infatti in cattive condizioni per la fame, e anche lui, per lo stesso motivo, faticava a pensare ai piaceri della carne.

Lei, rifiutata, gli rispose gelida: “Posso esserti d’aiuto… così come potrò portarti disgrazie, quando muoverò contro di te nel mezzo della battaglia. Verrò contro di te nella forma di un’anguilla, ai tuoi piedi nel guado, e ti farò cadere”.
“Ti schiaccerò fino a romperti le costole, e rimarrai in questa condizione fino a che una benedizione cadrà su di te”, rispose lui.
“Spingerò le mandrie contro di te nel guado, nella forma di una lupa”, incalzò lei.
“Ti scaglierò contro una pietra con la mia fionda, così da accecare il tuo occhio, e rimarrai in questa condizione fino a che una benedizione cadrà su di te”.
“Verrò contro di te alla testa delle mandrie, nella forma di una giovenca rossa senza corna. Correranno verso di te nella piana, e nel guado, e nelle pozze, e non mi vedrai arrivare”.
“Ti lancerò una pietra”, rispose lui, “e ti romperò una gamba, e rimarrai in questa condizione fino a che una benedizione cadrà su di te”.

A quel punto, lei si allontanò.

Lo scontro
Quando gli uomini si incontrarono sul guado, e cominciarono a combattere, l’anguilla si arrotolò tre volte intorno al piede di Cu Chulainn, facendolo cadere schiena a terra nel fango. 
Il suo nemico lo colpì, ferendolo con la spada, e gli uomini iniziarono a schernirlo. Allora lui si rialzò, e colpì l’anguilla con il piede, rompendole le costole.
Le mandrie vennero incitate verso il campo a est, scardinando le tende con le corna, spaventate dal caos.

Allora la lupa gli si avventò contro, riconducendo le mandrie a ovest, contro di lui e l’esercito. Lui le lanciò una pietra con la fionda, accecandola.
Lei tornò nella forma di una rossa giovenca senza corna, correndo davanti alle mandrie nel guado, e agitando così tanto le acque da far scomparire le terre calpestabili. Lui, allora, le lanciò una pietra, spezzandole una gamba.
Fu così che Cu Chulainn realizzò la triplice promessa che aveva fatto alla Morrighan.

Le tre benedizioni
Quando Cu Chulainn era in grande difficoltà, la Morrighan si presentò a lui nella forma di una vecchia megera, cieca e zoppa, che mungeva una mucca con tre mammelle. Lui le chiese un sorso di latte, e lei gliene diede da una mammella.
“Che sia sano chi diede questo latte”, disse lui. “La benedizione degli dei e dei mortali scenda su di te”.
Così il corpo di lei fu guarito, e tornò integro.
Poi, gli diede un sorso di latte dalla seconda mammella, e il suo occhio tornò integro.
Un terzo sorso dalla terza mammella, e la sua gamba tornò integra.

Così si realizzò la promessa di lui: “Fino a che una benedizione cada su di te”.


Primo Quarto 11 novembre – Integrazione delle Parti

Nella storia che vi abbiamo presentato in Luna Nuova, la Morrighan sperimenta quella che potremmo definire una vera e propria deprivazione fisica, sensoriale e motoria: viene azzoppata, accecata e le viene fratturata una metà del torace.
Chiunque abbia mai sperimentato una di queste menomazioni – in modo temporaneo o definitivo – sa quanto sia difficile riadattarsi all’autonomia nella vita potendo contare su una di due parti simili del corpo (o addirittura tutta una parte, nel caso di danni neurologici come l’emiplegia).

Quello che non consideriamo è che il nostro corpo, essendo lateralizzato per natura, ovvero organizzato su schemi differenti tra due parti omologhe, non è abituato a gestirle in modo speculare, o separato. Lo sanno bene molti musicisti, che si allenano per anni a dissociare e riassociare i movimenti delle due mani per ottenere un risultato organico nella produzione musicale.

In questo Primo Quarto in Acquario, segno dominatore della parte inferiore del corpo, specialmente delle gambe, vi proponiamo un semplice esercizio praticato in molte tradizioni intorno al mondo: la Camminata Consapevole.
Ma inseriremo un cambiamento fondamentale.
Scegliete un momento tranquillo della giornata in cui avere almeno una decina di minuti di pratica, e – sia che siate in casa, sia che siate fuori – provate a concentrare la vostra attenzione su una gamba sola alla volta mentre camminate: siete in grado di controllare solo i suoi movimenti, lasciando il resto al vostro cervello?
Dopo alcuni minuti, provate a portare l’attenzione solo sulla gamba opposta: avete le stesse difficoltà, o provate sensazioni differenti?
Concedetevi uno o due minuti finali per riportare l’attenzione sui movimenti di entrambi gli arti: camminate come prima? Qualcosa si modifica?

Potete fare questo esercizio anche con altre parti del corpo, ma vi consigliamo i piedi dal 12 al 14 novembre (Luna in Pesci), e i movimenti della masticazione (masticare solo da un lato) dal 15 al 16 (Luna in Ariete).

Raccontateci, se volete, la vostra esperienza!


Luna Piena 19 novembre – Stare con ciò che È

Una delle lezioni più importanti da apprendere è sicuramente quella di restare presenti e attenti nelle situazioni senza aspettarsi che siano differenti, senza tentare di modificarle e senza attribuirne la responsabilità agli altri (il partner, i vicini, lo Stato, le stelle, Dio, l’Universo, il Destino, …).

Questa Luna Piena in Toro, coincidente con un’eclissi parziale di luna, ci spinge a trovare nuove forme non nel fare, ma nello stare radicati in ciò che siamo, e lasciar emergere tutto ciò che sentiamo e proviamo dalle profondità in cui ci siamo immersi (lo Scorpione). Non è perciò il tempo di fare nulla, ma di restare fermi in distesa contemplazione, proprio come fa il Toro: molti, erroneamente, lo ritengono un animale aggressivo, mentre in realtà è uno dei più mansueti e calmi mammiferi del mondo.

Vi proponiamo di meditare su questa frase:

Tutta l’oscurità del mondo non può spegnere la luce di una singola candela” (San Francesco d’Assisi)

Prendetevi un po’ di tempo in questi giorni, accendete una candela, e fissatene la fiamma seduti comodamente: lasciate che questa frase si mantenga nella vostra consapevolezza insieme alla luce della fiamma, e osservate le impressioni che vi comunica, le riflessioni che sollecita, e l’immagine che vi restituisce di voi stessi in questo momento.

Calmi e saldi, come il Toro, potrete accedere alle profondità dello Scorpione senza temere di perdervi, e scoprire i tesori nascosti della vostra vita.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: